fbpx
13
12
2019

Il mondo ha bisogno di persone come te

Join us @sperayoga TRIBE

 

 

Le “tribù” sono gruppi di persone che si tengono in contatto, che si formano attorno a un’idea, una passione, una missione. Ed è proprio questa la differenza tra una folla e una tribù. Un insieme di persone desiderose di prosperare in virtù del cambiamento individuale, verso quel benessere personale, nelle relazioni e con l’ambiente. Queste persone sono dappertutto e ve ne sono tante, dentro e fuori le organizzazioni, le aziende, nel pubblico e nel privato, nelle onlus, nelle non-profit, nelle aule, in ogni angolo del pianeta.

E noi ne siamo sostenitori. Una passione per il benessere personale, partendo da noi stessi, ci dedichiamo al movimento, allo sport, e anche alla meditazione. Se pensi che il tema del benessere personale sia una faccenda che non ti riguarda, forse frequentando SPERA YOGA, anche solo un mese di prova a condizioni particolari per i nuovi iscritti, forse le nostre pratiche  ti faranno cambiare idea. Siamo nati da quell’esperienza di flusso, un bel giorno, inaspettatamente e per puro caso nel caos della frenesia di una giornata di inverno, spinti a provare qualcosa di nuovo.

Provare almeno una volta nella vita quella lezione di fuoco è l’esperienza che consigliamo a chiunque. Sperimentare #sperayoga specialmente per coloro che continuano a chiedersi come è possibile che alcune persone sono così in forma e altre no. Non parliamo solo di forma fisica ma di una forma molto più sottile della nostra esistenza.

 

Quando ti imbatti in una tribù, lo capisci. E pare che siano le tribù, non il denaro, non la politica, non le aziende, a poter cambiare il nostro mondo. Sentirsi parte di quella fiducia, speranza, certezza che le cose possono e stanno migliorando non perché ci si costringe a fare qualcosa contro la nostra volontà, ma siamo noi ad entrare in contatto amorevole e compassionevole con quelle profonde capacità di nutrire il benessere personale e di riflesso quello delle persone e ambiente tutto intorno a noi. (@antoniosperacom)

 

Il resto viene da sé, è la forza stessa della tribù, attraverso le relazioni che ne emergono e grazie alla guida di ognuno nel partecipare attivamente a far crescere quel benessere individuale e collettivo. Abbiamo visto dalla storia dei tempi quali sono i più grandi ostacoli al benessere diffuso e così spesso sono proprio le resistenze dei leader a porsi a capo di una tribù, quasi a far credere che ad essere fautori del cambiamento e del benessere individuale sia il ruolo ricoperto dal capo o dal comandante o dal monarca addirittura. Così che alcuni ruoli troppo di potere diventino più una minaccia che una promessa. Per questo condividiamo il significato di leaders che guidano ma non comandano, modalità di condivisione e comunicazione orientate alla libertà piuttosto che all’imposizione. La tribù comunica e si scambia scelte e opportunità mentre le folle fanno chiasso senza canalizzare l’energia che poi conduce al benessere duraturo. La tribù nutre quell’interesse comune e nutre strumenti per comunicare alla pari e condividere anche il coraggio di infrangere gli schemi, dare spazio a nuove idee e comportamenti più in equilibrio con la persona e con l’ambiente.

 

Perché proprio a Milano? Lo scopo della pratica Yoga è il rilassamento. Muoviamo il corpo per imparare a stare fermi. Quanti hanno bisogno di rilassamento a Milano? Le condizioni di vita in una città come Milano richiedono che lo Yoga sia connesso con il mondo fisico e con un livello pratico personale e quotidiano. Ecco perché Spera Yoga a Milano nasce e si sviluppa con lezioni 12 mesi all’anno, 7 giorni su 7. C’è sempre chi ha bisogno di fare yoga ed imparare ad essere. C’è sempre chi assediato dalle complessità e dalle difficoltà caratteristiche di tutti noi che dimoriamo in questo corpo fisico per scegliere quale lezione di Yoga prenotare, accessibili ad ognuno.

 

Il vero miracolo di cui siamo testimoni è la capacità di ciò che emerge naturalmente nel creare ed attrarre relazioni che continuano a loro volta a creare evoluzione e nuove connessioni. Ognuno di noi è come un seme, dove esiste un potenziale di espressione infinita, amore e condivisione. Questo potenziale ancora non manifestato si trova nel posto più importante che è dentro di noi, quello che molti chiamano spirito, delfino interiore, parte profonda, divino, il nostro sé superiore.

 

Il nostro desiderio nell’aver fondato questa scuola a Milano e poi a Monza è condividere assieme a quante più persone, l’interesse di esplorare nuove esperienze, nuove connessioni, affermare e mantenere uno stato equilibrato e dinamico di benessere e pace interiore nella vita milanese di ogni giorno. E’ giusto che si lavori come pazzi a Milano, la società ha bisogno di mantenersi attiva ed operativa e attraverso la pratica dello Yoga e la Meditazione integrarsi emotivamente nel sociale e ritrovare equilibrio e stabilità ed imparare a seguire uno stile di vita comunque più salutare e adatto alla persona anche in una metropoli così in movimento. La nostra intenzione nel fondare questa comunità di allievi, insegnanti e praticanti, era ed è di unire persone con desideri affini in un’atmosfera accogliente, gradevole e familiare e facilitare la collaborazione, l’ispirazione e l’ambizione ad essere meglio.

 

La ricerca scientifica è ricca di esperimenti testati su gruppi di persone in cui sono stati misurati livelli di serotonina notevolmente aumentati nelle persone che avevano ricevuto un atto di gentilezza inaspettata (la serotonina è l’ormone del benessere del cervello). I livelli di serotonina sono aumentati anche nelle persone che avevano donato l’atto di gentilezza. Ma il risultato più sorprendente di questi esperimenti è che anche i testimoni che osservavano questi atti di gentilezza vedevano altrettanto aumentare i loro livelli di serotonina in maniera significativa. Questa è la bellezza di raggiungere milioni di persone in questa città. Estendendo gentilezza e compassione per gli altri, il donatore, il ricevente e il testimone arrivano tutti a sentirsi bene.

 

Spera Yoga c’è, sensibile verso iniziative di condivisione dalla sua nascita. Alla nostra percezione non ci sono parole per esprimere la gratitudine verso tutte quelle anime incontrate in questi 8 anni di attività. Amiamoci, rispettiamoci e sosteniamo la pace, insieme.

 

Ringraziamo te che ci leggi, grazie ad ognuno, grazie a tutti voi per averci permesso di essere i donatori, i riceventi e i testimoni di questi magnifici anni passati assieme. Tutti noi possiamo tornare ad essere bambini ed emozionarci a condividere quell’ambiente d’amore e compassione che meritiamo. Nel cuore dello yoga esiste una pratica evoluta per la crescita personale a contatto con le più infinite espressioni di noi stessi.

Ci sentiamo umilmente onorati ed entusiasti di essere in quel canale di questa grande visione.

Buona fine 2019 e Meraviglioso inizio 2020 !

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

author: Antonio Spera